Per informazioni chiama il numero +39 0376 96001

Il fatturato vola: Raccorderie Metalliche premia i dipendenti

01/02/2022

Il fatturato vola: Raccorderie Metalliche premia i dipendenti

Con la busta di gennaio 750 euro in più come riconoscimento per lo straordinario risultato del 2021

Condividiamo l’articolo pubblicato oggi, martedì 01-02-2022, sulla Gazzetta di Mantova.

Arriveranno con la busta paga di gennaio: 750 euro lordi in più per i circa 400 dipendenti di Raccorderie Metalliche «per renderli partecipi dello straordinario risultato raggiunto nel 2021 che si è chiuso con un fatturato di 130 milioni, un incremento dei volumi dei pezzi prodotti e venduti in oltre 60 Paesi e che ha registrato un utile molto buono». Ad annunciarlo è il Presidente Pierluigi Ceccardi nel precisare che il bonus «è al di fuori del premio di produzione che rientra nel contratto integrativo e sarà pagato a marzo».

Se il bonus di 500 euro dello scorso anno «in funzione dell’impegno durante il periodo peggiore della pandemia» era stato una scelta della famiglia Ceccardi, quest’anno si tratta di un’iniziativa dell’azienda. Un importo di 400mila euro quale «riconoscimento per l’impegno delle maestranze, l’ottimo bilancio lo dobbiamo a loro in un anno ancora non facile a causa della pandemia che ci ha visto tra le altre cose eseguire con il medico di fabbrica oltre duemila tamponi».

Il 2022 vedrà inoltre l’azienda con quartier generale a Marcaria, tra i leader mondiali nella produzione di raccordi a pressare, stilare a giugno anche il suo primo bilancio di sostenibilità «per il quale ci siamo affidati a SDA Bocconi – spiega il Presidente – e che vogliamo testimoni ancora una volta il nostro impegno per il territorio, per il sociale, la sicurezza e la salute dei lavoratori». Impegno in cui rientra anche l’investimento di 1,8 milioni «per installare impianti fotovoltaici su tutti i tetti dei nostri capannoni i cui lavori inizieranno nelle prossime settimane – annuncia ancora – che consentiranno di  ridurre le emissioni di CO2 per 800 tonnellate l’anno. L’impianto coprirà solo il 20% di quanto consumiamo essendo noi un’azienda energivora». I rincari energetici nel 2022 verranno a costare all’azienda circa un milione di euro in più rispetto all’anno precedente, aumento mitigato «grazie alle scelta avveduta di comprare energia lo scorso anno fissando i prezzi più bassi».

Intanto anche l’attività della RacMet Academy, l’accademia inaugurata a ottobre 2020, è ripresa a pieno ritmo a partire dallo scorso settembre con visite di clienti italiani e stranieri «confermandosi un punto di riferimento per fare formazione e cultura industriale».

Realizzato per il 38% in Italia e il 62% all’estero, il fatturato di Raccorderie Metalliche punta ora a migliorare ulteriormente nel 2022: «Abbiamo stimato un volume di affari di oltre 140 milioni e siamo decisamente ottimisti sul raggiungimento di questo traguardo».

L’ultimo annuncio riguarda l’ingresso di dieci nuovi assunti a febbraio: «Noi siamo un’azienda familiare – conclude il Presidente – ben radicata sul territorio e vogliamo rimanere così anche in futuro. In 52 anni non abbiamo mai fatto ricorso alla cassa integrazione e non abbiamo mai delocalizzato perché crediamo nel territorio e nella capacità aziendale di produrre qui eccellenze da portare nel mondo».
Per visualizzare il contenuto è necessario accettare i cookie preferenze, statistiche, marketing
Siglacom - Internet Partner